Vizi capitali, vizietti provinciali, viziosi globali.

VIZI O VIRTU

l vizi, sul piano morale, negano la virtù.

Quale? In teoria una o più d’una delle virtù cardinali, tipo la prudenza, che Blake definiva una vecchia zitella, o la giustizia, la temperanza oppure la fortezza. In pratica non mi è chiaro. Ci devo pensare. Verso la forza (sempre sia con te), la giustizia e la temperenza è abbastanza facile. Ma…

In che modo l’accidia può negare la prudenza?

Se sei un accidioso, non t’immagino particolarmente avventato. O impulsivo. Se sei avaro, poi, non sei prudente, ma prudentissimo. Se sei così goloso da perdere il controllo, ci può stare tu non sia prudente e magari paffutello. Se fumi (il fumo è un vizio, lo sappiamo tutti) puoi smettere*. Oppure no. Se ti droghi, muori. Punto. Solo che prima di morire vivi di merda. Il dramma è che probabilmente non te ne accorgi.

Se invece il tuo “vizio” è la lussuria, tranquillo, sei alla moda (c’è in giro quello schifo di 50 sfumature e stai apposto). Ma non parlerei di vizio. Al massimo, in certi casi, di devianza. Ma è una parola che non mi piace, quindi no. Di demenza. Di povertà cerebrale, anche. Soprattutto se ti è piaciuto il libro. O il film. O tutte e due.

Non so definire vizio capitale. Penso solo a qualcosa di così GRAVE da ammazzarti o renderti la vita un inferno. A te e/o a chi ti sta intorno.

Quello provinciale lo dedico al segmento dell’abitudine allo speteguless che prima di Zuckerberg si circoscriveva ai piccoli centri urbani e ora spopola sui social a suon di condivisioni, mi-piace, fotine e faccine e ha trasformato la betonega del quartiere (vedi dizionario Italiano-Bresciano), la perpetua e il Gazzettino, in opinionisti di professione. Anzi, in VIZIOSI globali. Oppure in blogger. Tipo me. Lo so. Però, da brava foca-ammaestrata (cit. Pare72), ho fatto l’upgrade da blogger a scrittrice. E visto che ci mangio e che agli atti non sono un giunco, significa che funziona.

*Questa cosa l’ho scritta solo perché io, per ora, ho smesso.

2 pensieri riguardo “Vizi capitali, vizietti provinciali, viziosi globali.

  1. Dal mio punto di vista molte persone sono poco viziose perché non ne hanno il coraggio.
    Pensa cosa potrebbe dire la gente, il vicino, i conoscenti, i famigliari.

    La mia teoria applicata è quella del giusto mezzo.

    Invidia, ti rovini solo il fegato. Ma se ti sforzi puoi superare chi invidi e quindi diventa: superbia. Che puoi mitigare se conosci i tuoi limiti ma senza limitare te stesso. Potrebbe divenire accidia, perché freni te stesso e potresti cadere nel torpore e per reazione diventare quindi ira. Che potresti soffocare nella gola.. i dolci aiutano sempre. Anche le patatine in effetti.
    L’avarizia è dei poveri di spirito, perché chi ha anche solo una moneta potrebbe dividerla con chi ha ugual bisogno.
    La lussuria.. beh qui mi arrendo perché devo dire che di lussuriosi/e ne conosco tanti, a parole, in realtà, sono sogni o desideri.

    In genere chi conosce e pratica tutti i vizi li nasconde e va in chiesa. Si confessa. E anima pulita.

    Non sarebbe forse meglio essere superbi, sapere di esserlo ed essere fieri di esserlo?
    Re e Regine passati alla storia in genere vengono definiti: fieri e superbi.
    Non è che se ne vergognassero.

    Qualcuno lussurioso.
    Anche in questo caso non è che per questo sia stato messo alla gogna. Enrico VIII non è passato alla storia perché fedifrago ma per il giro di sol dal cattolicesimo al protestantesimo….

    Si può andare avanti una vita in citazioni che venerano i vizi.

    Lady D è morta negli stessi giorni di Maria Teresa di Calcutta. Eppure.

    Vizio e virtù.

    Meglio forse il giusto mezzo?

    Liked by 1 persona

  2. La via di mezzo? Mah.
    Avrai ragione di sicuro, solo che… ho un refolo di diciassettitudine molesta che porta con sé quattro conseguenze.
    La terza è che aborro le sfumature. In effetti questa cosa ha più a che fare con il best seller (leggilo in corsivo) di cui sopra: lo schifo del tutto fa sineddoche con la parte.

    AH. Mi piace il nostro di-a-co-lo (parlando di cose serie).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...