Candele, pellicole e cellulari.

Da quanto tempo non entrate in una banca? Io ci sono capitata qualche giorno fa per ritirare l’assegno circolare che ha dato ufficialmente vita a Lato.design. Supero le porte, raggiungo l’atrio e ho subito un flash. «Sono sul set di una serie Tv?» — mi chiedo — «Genere apocalisse zombie?» L’edificio è enorme. E vuoto. Lo […]

Read More Candele, pellicole e cellulari.

L’inferno si chiama Telecom

Parlo di Telecom, e dell’inferno che mi ha toccato e fatto venire un mal di testa che levati, dal momento in cui ho deciso che non volevo più i loro DISservizi. Sì, certo che lo so che non è l’unico gestore a creare disastri a chi decida di cambiare bandiera, ma ho bisogno di parlarne […]

Read More L’inferno si chiama Telecom

La stranezza non esiste.

Se non stessi scribacchiando un monologo su Fra Dolcino, correrei il rischio di divinizzare la penna che questa mattina mi ha tenuto compagnia per colazione facendomi pure sorridere di me medesima. Poiché Dolcino sta agonizzando nel mio racconto sotto le tenaglie di un boia al servizio di un certo Vescovo di Vercelli (primavera 1307), mi […]

Read More La stranezza non esiste.

Inter-net: nodi, reti e muri

I social media non sono la vita vera. La TV non è vita vera, i format, le serie, nemmeno quelle fighe sono vita vera. I giornali, le riviste, le interviste non sono vita vera. I like, i fan, i seguaci, gli amici di Facebook, i follower e i cuoricini di Instagram, le stelline di Twitter […]

Read More Inter-net: nodi, reti e muri

Apologia del Tamì: il miglior ensemble enogastronomico della provincia bresciana

Apologia del Tamì La mia intervista con lo chef Mauro Lazzari parte con una notizia bomba: il Comune di Collio ha comprato il secondo troncone del Pezzeda. Ciò significa, signore e signori, che il Pezzeda riaprirà. Trattandosi di bomba a corto raggio, metto a fondo pagina una BREVE disgressione* per aficiodanos e curiosi. Prima che Mauro […]

Read More Apologia del Tamì: il miglior ensemble enogastronomico della provincia bresciana

Lacrime di sale

LEGGETE, CRETINI. State zitti, zitti e muti. Chiudete la bocca e i profili social, tappatevi dentro casa e leggete LACRIME DI SALE, la storia di Pietro Bartolo, medico a Lampedusa. Leggetelo una volta e poi ricominciate. Quando avete finito, partite da capo. Prendete i vostri figli, gli amici, gli amanti, i vicini di casa e […]

Read More Lacrime di sale