Primo fu il (cruci) verbo: LA guida galattica per la sopravvivenza di Stefano Bartezzaghi

“La lingua è stata inventata per servire certi scopi specifici”, scrive David Foster Wallace in un Autorità e uso della lingua. Ho stampato questa frase su uno stock di magliette, in bianco su fondo nero, e ho chiesto al mio ex consorte nonché serigrafo di fiducia di farne un quadro 300×70. La ripeto come un […]

Read More Primo fu il (cruci) verbo: LA guida galattica per la sopravvivenza di Stefano Bartezzaghi

L’inferno si chiama Telecom

Parlo di Telecom, e dell’inferno che mi ha toccato e fatto venire un mal di testa che levati, dal momento in cui ho deciso che non volevo più i loro DISservizi. Sì, certo che lo so che non è l’unico gestore a creare disastri a chi decida di cambiare bandiera, ma ho bisogno di parlarne […]

Read More L’inferno si chiama Telecom

Niente tigre

Da un pezzo non scrivevo più da sola. Ogni libro marchiato LSF aveva dentro almeno tre penne, a volte quattro contando le pulci. Per il giallo all’italiana che ho editato a settembre, ne ho usata solo una: la mia. I miei stavano altrove, molto molto lontano. Ho dovuto. Ma non mi è piaciuto neanche un po’. […]

Read More Niente tigre

Profumo di Jitterbug – LA BARBABIETOLA

«La barbabietola è il genere di verdura più profondo. Il ravanello è senza dubbio il più febbrile, però il suo è un fuoco freddo, il fuoco dell’insoddisfazione e non della passione. I pomodori sono giù più gagliardi, attraversati però da una vena frivola. Le barbabietole, invece, sono mortalmente serie. I popoli slavi traggono le loro caratteristiche […]

Read More Profumo di Jitterbug – LA BARBABIETOLA