Candele, pellicole e cellulari.

Da quanto tempo non entrate in una banca? Io ci sono capitata qualche giorno fa per ritirare l’assegno circolare che ha dato ufficialmente vita a Lato.design. Supero le porte, raggiungo l’atrio e ho subito un flash. «Sono sul set di una serie Tv?» — mi chiedo — «Genere apocalisse zombie?» L’edificio è enorme. E vuoto. Lo […]

Read More Candele, pellicole e cellulari.

L’inferno si chiama Telecom

Parlo di Telecom, e dell’inferno che mi ha toccato e fatto venire un mal di testa che levati, dal momento in cui ho deciso che non volevo più i loro DISservizi. Sì, certo che lo so che non è l’unico gestore a creare disastri a chi decida di cambiare bandiera, ma ho bisogno di parlarne […]

Read More L’inferno si chiama Telecom

La stranezza non esiste.

Se non stessi scribacchiando un monologo su Fra Dolcino, correrei il rischio di divinizzare la penna che questa mattina mi ha tenuto compagnia per colazione facendomi pure sorridere di me medesima. Poiché Dolcino sta agonizzando nel mio racconto sotto le tenaglie di un boia al servizio di un certo Vescovo di Vercelli (primavera 1307), mi […]

Read More La stranezza non esiste.

“Non si trasforma la propria vita senza trasformare se stessi”. (Simone de Beauvoir*)

Il carburante è troppo caro. La politica non funziona. La gente è troppo arrabbiata. La pasta (e le verdure) non sono più quelle di una volta. Il lavoro non si trova. I fornitori non pagano. I clienti non rispondono. Senza una raccomandazione, non si arriva da nessuna parte. Non ci sono più le mezze stagioni […]

Read More “Non si trasforma la propria vita senza trasformare se stessi”. (Simone de Beauvoir*)